Altre pubblicazioni News Pubblicazioni

Le arti e la dimensione giuridica

8 Set 2020

a cura di Orlando Roselli

Scritti di
Vincenzo Atripaldi, Vittoria Barsotti, Anna Maria Campanale,
Paolo Cappellini, Paolo Caretti, Ginevra Cerrina Feroni,
Gian Luca Conti, Roberto Cordeiro Guerra, Pietro Costa,
Antonio D’Aloia, Luigi Dei, Fabio Dell’Aversana,
Carla Faralli, Veronica Federico, Maria Rosaria Ferrarese,
Vincenzo Ferrari, Patrizia Giunti, Paola Lucarelli,
M. Paola Mittica, Giuseppe Morbidelli, Lucrezia Palandri,
Michele Papa, Isabella Patti, Salvatore Prisco,
Margherita Maria Procaccini, Orlando Roselli,
Francesca Rossi, Bernardo Sordi, Alberto Vespaziani

le arti e la dimensione giuridica

Il diritto non è solo un insieme di disposizioni: è espressione profonda
della cultura di una comunità. Riflettere sul rapporto tra arti
e diritto significa riflettere sui processi profondi, di cui spesso non
siamo consapevoli, di iterazione continua fra dimensione giuridica
ed espressioni artistiche. Talvolta l’arte ci aiuta a comprendere
quella dimensione sociale che definiamo «diritto», ci aiuta a interpretarlo,
a collocarlo nella più complessiva dimensione umana. Non
mancano casi, come si legge nel volume, in cui è l’arte che ispira il
diritto, che ne determina lo stesso contenuto. Originato dalle riflessioni
sviluppate in un convegno organizzato dalla Fondazione Cesifin
Alberto Predieri, il volume raccoglie altresì i contributi di
studiosi sensibili alla dimensione umana del diritto, investendo il
rapporto tra «Diritto e Arti figurative», «Diritto e Letteratura», «Diritto
e Cinema», «Diritto e Teatro», «Diritto e Musica», «Diritto e
Design», «Diritto e Moda», nonché il contributo di uno studioso di
diritto tributario contenente innovative proposte per la promozione
delle manifestazioni artistiche.


ORLANDO ROSELLI, costituzionalista. Tra i suoi volumi più recenti,
«Riflessioni sulle trasformazioni della dimensione giuridica»
(2011); «Scritti per una Scienza della formazione giuridica»
(2012); «Diritti, valori, identità. Scritti di diritto e letteratura e
sul linguaggio come strumenti della comprensione della dimensione
giuridica» (2016). Di recente ha curato, tra gli altri, i
volumi «Cultura giuridica e letteratura nella costruzione dell’Europa
» (2018) e «Cinema e Diritto» (2020). Per le edizioni del
Mulino è stato pubblicato Paolo Grossi, «Il diritto in una società
che cambia. A colloquio con Orlando Roselli» (2018).


CONDIVIDI: